La fede nuziale, un gioiello per sempre.

La fede è il simbolo stesso del matrimonio, è l’anello che ogni giorno ricorda a chi lo indossa non solo un giorno speciale ma anche la scelta di un cammino comune.

2fc9f94cf885aeb5534e9adf0601a3f1 - Copia

6b55b804b2352cdbfbdb52ba20f65185 - Copia

La sua origine è antichissima infatti già in epoca barbarica si era soliti sugellare una promessa d’amore scambiandosi un anello come segno di fedeltà. In epoca romana si fece distinzione tra l’anulus pronubus, l’anello di fidanzamento che sanciva una promessa di matrimonio, e la fede vera e propria che ci si scambiava nel momento del matrimonio, il vinculum. Dobbiamo però aspettare il 1500 perché si diffonda la consuetudine di indossare un anello dopo il matrimonio e il 1700 per rintracciare l’abitudine di incidere in nomi al suo interno.

a4999db426556d25864cddfc6a658e22

a7e62bd37f7b18e361803f18093b4bb0 - Copia

Il materiale più classico utilizzato per le fedi nuziali è l’oro giallo, simbolo di eternità, ma oggi molti sposi decidono di scegliere modelli particolari nei materiali più disparati. Dal platino, passando per l’oro bianco e rosa, fino al legno,  all’acciaio e al titanio.

Per quanto riguarda i modelli ce ne sono per tutti i gusti.

  1. La “francesina”, regina di tutte le fedi, sottile e leggermente bombata. E’ molto amata da chi non è abituato a portare anelli essendo sottile e leggera.
  2. La classica, che ha una forma leggermente bombata, l’interno piatto ed è relativamente sottile.
  3. La “mantovana”, simile alla tradizionale ma più larga.
  4. La fede piatta.

Bans-2

Le fedi gemelle, ovvero uguali per entrambi gli sposi, sono un classico sempre richiesto invece nei paesi anglosassoni  è in voga la scelta di anelli simili per materiale ma con caratteristiche diverse per lo sposo e la sposa.

781e0598186c026f7f5291532bdd85f6 - Copia

c80ab404d011c2cf7e47baa37685d469

SONY DSC

Di solito all’interno della fede è riportata la data del matrimonio e il nome del coniuge ma nessuno vieta che ci si lasci andare ad un po’ di romanticismo e di originalità.

image 31f9cf18773839d04e04199e963c14c3 49b5dbdd63b264b89da6ae011d5886d9 - Copia b30036a3c9c86eb79235decb35f5fc28

La fede è indossata all’anulare sinistro ma vi siete mai chiesti il perché? La stessa parola anulare deriva dal latino (anulus) che significa anello. La tradizione ci riporta nell’antico Egitto, dove le spose mettevano l’anello all’anulare perché si credeva che da li partisse una vena che arrivava direttamente al cuore. Nella tradizione cristiana l’anulare è il primo dito che il sacerdote tocca dopo l’invocazione della trinità.

Ma chi pensa alle fedi? Secondo il galateo è lo sposo che le compera ma oggi spesso gli sposi le chiedono ai loro testimoni di nozze in regalo. Sempre secondo il galateo è il testimone dello sposo che le porta all’altare oppure in caso siano presenti, saranno paggetti o damigelle a portarle durante il corteo nuziale che precede la sposa.

cf3a9a4b9f51ba2999ad699a562b4b8f

il_570xN.514471625_49q1

 

8d947634d658995a287fd77f975c6868

be6aae6311dba31793d113f0baa2bf8d

E’ bene pensare alle fedi almeno tre mesi prima dell nozze in modo che ci sia tempo per ordinarle, crearle o per le incisioni. Il mio consiglio è quello di scegliere un modello classico che non stanchi col passare del tempo. Ricordiamoci infatti che le mode passano e la fede è un anello che deve resistere al passare delle tendenze e, si spera, durare per una vita intera.

Un ultimo consiglio? Prestate attenzione anche al cuscinetto per le fedi. Abbinatelo allo stile della cerimonia e se optate per il classico cuscinetto ricamato ricordate di abbinarlo alla stoffa dell’abito della sposa.

fdsdfsdfs

photo via Pinterest